fbpx In Scozia è stato ritrovato il messaggio in bottiglia più antico del mondo!
Attualità

In Scozia è stato ritrovato il messaggio in bottiglia più antico del mondo!

di Enrico Tiberio Romano

Condividi con chi vuoi

In Scozia, durante dei lavori in un’abitazione nella zona di Morningside a Edimburgo, è stato ritrovato quello che potrebbe essere il messaggio in una bottiglia più antico della storia… Andiamo a scoprire di più riguardo questo “reperto”.

Una bottiglia di whisky con dentro un messaggio di 135 anni fa

Stando a quanto riportato da Sky News, il proprietario della società WF Wightman Plumbing, durante dei lavori avrebbe trovato una bottiglia di whisky risalente al diciannovesimo secolo. Al suo interno vi era un foglietto di carta ingiallito dove si poteva leggere il messaggio:

“James Ritchie e John Grieve hanno posato questo pavimento, ma non hanno bevuto il whisky. 6 ottobre 1887. Chiunque trovi questa bottiglia può pensare che la nostra polvere stia volando lungo la strada”.

Subito dopo il curioso ritrovamento, con l’aiuto di un amico di famiglia, i fortunati hanno esaminato il censimento del 1881 e verificato i nomi dei due uomini, che vivevano a pochi chilometri di distanza nella zona di Newington (Edimburgo). Nonostante la potenziale importanza del ritrovamento, i proprietari della casa potranno tenere la bottiglia, a patto che la conservino in un posto sicuro e privo di agenti che potrebbero danneggiarla.

Come si apprende dal breve testo, gli autori erano presumibilmente due operai, intenti a pavimentare la superficie e che si sono divertiti lasciando un messaggio al futuro, nascosto nello stesso pavimento. Per stabilire se quello trovato in Scozia sia effettivamente il più antico messaggio mai ritrovato bisogna ancora attendere le analisi del caso; nonostante questo alone di incertezza, la vicenda ha comunque appassionato molto il pubblico in giro per il mondo.

Per essere sempre aggiornati sulle news provenienti da tutto il mondo, continuate a seguirci su Nasce, Cresce, Ignora!

Potrebbero interessarvi anche:

Condividi con chi vuoi